mercoledì 25 novembre 2020

Figurine antropomorfe in terracotta, Bronzo Antico III-IV (seconda metà del III millennio a.C.), provenienti dalla Valle del Medio Eufrate e Gezira siriana occidentale, accanto ad una figurina femminile (ultima a destra), sempre in terracotta, ma datata al Bronzo Medio IIB (XVII sec. a.C.), proveniente dalla Siria settentrionale o dalla Valle del Medio Eufrate.
La figurina femminile rappresenta una donna nuda, che porta le mani ai seni: esemplari di questo tipo sono stati rinvenuti in grande quantità (ad esempio ad Ebla) in contesti funerari, templari, palatini ma anche domestici.
La funzione di tali figurine non è chiara ma sicuramente veicolavano valori simbolici (come la fertilità) ed è probabile che fossero ricollegate al culto della dea Ishtar.


 

Nessun commento:

Posta un commento